Sorride la Congiuntura Siderurgica italiana

0
198
italiana

Una situazione in lieve miglioramento rispetto allo scorso anno, quando la crescita registrata della domanda apparente era stata dell’1,8% e 24,5 i milioni di tonnellate consumati.

“Le previsioni a breve termine per la siderurgia europea e italiana sono contraddistinte dal segno “più”, fa sapere l’Ufficio Studi siderweb. In Europa, la domanda apparente sarà in linea con quella reale (+2,3%), per un totale di 162 milioni di tonnellate di acciaio consumate, 3 milioni in più rispetto al 2018 (fonte Eurofer)”.

Import/Export

Secondo le elaborazioni di siderweb sulla base di dati Istat, a febbraio 2018 l’Italia ha importato 2.491 milioni di tonnellate di materie prime siderurgiche, semilavorati, prodotti finiti e tubi, in aumento dell’11,7% rispetto allo stesso mese del 2017 e con una decisa crescita dell’import dai Paesi comunitari (1,348 milioni di tonnellate, +14,2%).

Nel secondo mese dell’anno, l’Italia ha esportato 1.601 milioni di tonnellate di materie prime siderurgiche, semilavorati, prodotti finiti e tubi, con un progresso dell’8,6% rispetto allo stesso periodo del 2017 (+127mila tonnellate). In crescita soprattutto l’export verso i Paesi extra Ue (+17,1%, 375mila tonnellate).

La produzione italiana

Ad aprile 2018, l’Italia ha prodotto 2,061 milioni di tonnellate, con un aumento del 3,7% rispetto al corrispondente mese dell’anno precedente (fonte Federacciai). Espresso in quantità, l’incremento è stato di 73.000 tonnellate.

A marzo 2018 (ultimo dato disponibile), sono stati sfornati 1.211 milioni di tonnellate di prodotti lunghi (+6,7% annuale). Continua la discesa dell’output di prodotti piani: 991.000 tonnellate, quantità che equivale a -3,2% tendenziale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here