venerdì 16 Aprile 2021

traduzione automatica

venerdì 16 Aprile 2021

traduzione automatica

Quando la lamiera è di casa

La lamiera nasce stirata? Nasce laminata, come il nome suggerisce. Di fatto, sappiamo bene che il foglio metallico e il suo spessore variabile dipendo dalla lavorazione cui è stata sottoposta a seconda del settore cui verrà destinata: navale, tessile, edilizio o metalmeccanico. Viene addirittura usata in campo medico per la creazione di stent. La messa in rete delle macchine permette oggi di applicare i nuovi paradigmi dell’intelligenza artificiale al settore della carpenteria metallica, col risultato di poter controllare da remoto i processi di lavorazione. Ma continuiamo a vedere quali sono queste lavorazioni in campi tradizionali come l’edilizia.

Lamiera stirata

La lamiera stirata è esito di una lavorazione successiva al termine della quale si presenta in fogli con tramatura a rombo, esagonale, quadrata o anche tonda. Sono effetti che si ottengono da lavorazioni diverse, come tagli, incisioni oppure tramite stiramento. La ripetizione continua della stessa lavorazione genera la maglia, ovvero la chiave del movimento della lamiera.

Lamiera per edilizia

Negli edifici più moderni si nota di sovente la presenza di questa copertura che è ottima come schermo e filtro per la luce grazie anche alla varietà delle sue possibili trame. La lamiera stirata estena permette di proteggere dall’esterno gli edifici dagli agenti atmosferici, e ne garantisce così anche una migliore termoventilazione anche interna. Questo è il motivo per cui in campo edile questa particolare lavorazione ha trovato ampio spazio: facciate, recinzioni, controsoffittature.

Lamiera per recinzioni

Le recinzioni sono uno dei più comuni usi della lamiera. Come nel caso delle facciate, questa soluzione permette di avere una buona permeabilità visiva, garantendo però maggiore sicurezza rispetto alle recinzioni tradizionali, specialmente rispetto a quelle plastiche o in tesuto.

Lamiera per controsoffittature

Sebbene meno comune, la lamiera stirata è un ottimo materiale anche per la realizzazione di controsoffitti e con particolari lavorazioni diventa un materiale altamente fonoassorbente, garantendo così l’isolamento acustico tra un piano e l’altro.

Lamiera & Design

Grazie alla sua flessibilità e facilità di lavorazione, la lamiera è ormai diventata anche un nuovo materiale per la realizzazione di oggetti e complementi d’arredo. Si creano infatti vasi o fermalibri e altri accessori, ma esistono anche artisti che ormai non disdegnano di creare arredi e complementi come sedie o tavoli, cornici e addirittura finiture interne.

Potrebbe interessarti anche:

Lamiera digitale, come monitorare la lavorazione

Decapaggio: ovvero la pulitura dell’acciaio

Get in Touch

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Related Articles

Latest Posts