lunedì 1 Marzo 2021

traduzione automatica

lunedì 1 Marzo 2021

traduzione automatica

E’ la formazione del piegatore la “mossa” strategica nella piegatura della lamiera

La piegatura è una deformazione permanente della lamiera che, come è noto, va a ridefinire completamente la struttura interna del metallo.

Anche se le nuove tecnologie semplificano il compito del piegatore, questa resta una figura fondamentale. Nella piegatura della lamiera infatti non tutto può essere fatto dalla macchina. Il piegatore deve saper accompagnare la lamiera alla pressa. 

Vuoi saperne di più sulla piegatura della lamiera? “Come piegare la lamiera” https://workinglamiera.com/come-piegare-lamiera/

Quando si posiziona il pezzo è importante sapere che quel pezzo verrà inevitabilmente spostato e che dunque occorre accompagnare il movimento senza ostacolarlo. Non è banale, la cosa richiede esperienza: è un gesto “subìto” poiché è la pressa e non l’uomo a imporre la velocità che va quindi seguita.

Dato che la figura del piegatore attualmente scarseggia, occorre cercare di fidelizzare quelli esistenti. Sono tanti gli aspetti da considerare: la remunerazione, la qualità dell’ambiente di lavoro, la strumentazione ossia le tecnologie che aiutano il compito del piegatore.

Oggi riusciamo ad avere dei piegatori quasi completamente autonomi sulle macchine: programmano la pressa, producono, si occupano della manutenzione. Questo è possibile grazie a un lavoro approfondito e completo di formazione.

La formazione è il segreto e va abbinato al capitale umano: partire da giovani che desiderino formarsi in azienda con un programma specifico sulla piegatura. La formazione è fondamentale perché comincia dai dettagli, sulle macchine più facili da usare, e prosegue progressivamente su quelle più importanti. 

Mantenere il capitale umano formato è una scelta fondamentale, è la vera mossa dello stratega in ogni azienda. In questo ambito tanto speciale acquista un enorme valore aggiunto.

E’ più importante che mai lavorare sulle nuove generazioni di presse piegatrici, che vengono programmate a distanza da un programmatore del reparto che si interfaccia facilmente col piegatore. E’ sempre il piegatore la figura fondamentale: è lui che chiede al programmatore di tarare la macchina sul lavoro da svolgere. Ciò è possibile solo grazie alla sensibilità che gli deriva dall’esperienza che lo ha formato.

Potrebbe interessarti anche “Dal taglio alla piegatura” https://workinglamiera.com/dal-taglio-alla-piegatura-concetti-nipponici-capacita-italiana/

Get in Touch

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Related Articles

“Lamiera digitale”, ecco come monitorare nascita e sviluppo del prodotto

Sappiamo che anche la lamiera può essere dotata di sensori quando raggiunge la fase del prodotto finito. Sappiamo più in generale cosa succede alla...

La rettifica: la finitura che fa belli i metalli

La rettifica è un processo di lavorazione del metallo mediante le lavorazioni ottenute mediante l’abrasione e asportazione di materiale. E’ successivo alla sgrossatura che invece è una asportazione...

Gli investimenti nel settore manifatturiero

Supporto agli investimenti 2021: non solo credito d’imposta Nuove misura a sostegno delle imprese nel 2021: il credito d’imposta non sarà l’unicasoluzione Il 2021 si prospetta...

Latest Posts