La piegatura robotizzata è, in estrema sintesi, una vera e propria rivoluzione nella piegatura della lamiera. Avere infatti un robot che svolga questo genere di mansione significa avere maggiore sicurezza per l’operatore, oltre che garantire una più elevata e precisa produttività.

Punti di forza dei robot per la piegatura

Questa maggiore produttività, unita ad una maggiore precisione, sono i fattori che hanno alzato gli standard del settore: la qualità, ora, deve necessariamente essere maggiore e senza alcune impurità come in passato. Con questo tipo di tecnologia, i costi si abbassano notevolmente, poiché si riducono i passaggi operativi, oltre che essere più veloci ed efficaci. Si tratta di macchine flessibili, adatte a diverse lavorazioni.

Nel caso della cella robotizzata di Vicla, inoltre, si conta anche la durata che può avere nel tempo: non si tratta di un robot temporaneo; bensì, la particolare combinazione di ingranaggi con recupero automatico dei giochi fa in modo che si utilizzi una forza minore della spinta. La lamiera si allinea perfettamente, e nel lungo periodo si ottiene una maggiore efficienza.

Allo stesso tempo, il robot ha dei sensori connessi che monitorano tutta la fase della piegatura. In questo modo, durante la lavorazione il robot segnala immediatamente anomalie o imprecisioni, evitando di dover correggere a posteriori.

Piegatura robotizzata = sicurezza

Un altro aspetto estremamente rilevante della piegatura robotizzata è la sicurezza che questo sistema garantisce agli operatori. Si riduce notevolmente il rischio di incidenti e il robot diventa un supporto per svolgere le attività quotidiane; tuttavia, non si sostituisce all’uomo in quanto, in caso di operazioni da eseguire manualmente, il robot può essere messo da parte senza che risulti essere di intoppo. Nel caso di Matrix, robot di Vicla, il braccio rimane sempre in posizione orizzontale, così da evitare di interferire con i pezzi mentre si posizionano in matrice.


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here