martedì 2 Marzo 2021

traduzione automatica

martedì 2 Marzo 2021

traduzione automatica

In mostra, tutta la flessibilità del water-jet

La partecipazione di Intermac a Blechexpo 2017, a Stoccarda, ha confermato l’interesse da parte dell’industria di trasformazione della lamiera verso il proprio sistema water-jet Primus 402 di cui è stata particolarmente apprezzata l’estrema flessibilità applicativa.

Intermac ha presentato a Blechexpo 2017, la fiera di Stoccarda dedicata all’industria della lavorazione della lamiera, soluzioni 4.0 ready per trasformare le fabbriche dei propri clienti in vere e proprie “smart factories”. L’azienda di Pesaro è parte integrante del Biesse Group per cui realizza e commercializza macchine e sistemi per la lavorazione di vetro, pietra e metallo. Nel caso specifico, con la propria tecnologia water-jet della gamma Primus, si rivolge in particolare alla lavorazione della lamiera piana ambito per il quale, forte del riscontro positivo già registrato all’ultima edizione di Lamiera dello scorso maggio, ha confermato le aspettative suscitando grande interesse anche da parte del pubblico tedesco.

Flessibilità e prestazioni

È noto che il water-jet è un processo di lavorazione in grado di tagliare tutti i materiali metallici e non tramite un getto d’acqua ad alta pressione (più di 400 MPa), a volte additivato di sabbia naturale abrasiva ad alta velocità che permette di ottimizzare costi di lavorazione e produttività.

La tecnologia water-jet installata sulla gamma Primus Series che si traduce in una versione Primus 402 5 assi con Jet Performance Control, massimizza l’efficienza della lavorazione in termini di rapporto qualità del profilo e velocità di taglio. Alessio Pedoni, Business Sales Manager Water-jet di Intermac ci presenta i punti di forza di questo macchinario: “Primus 402 è l’ultima novità della gamma ed è adatta a un ampio pubblico di utilizzatori grazie alla grande praticità che la contraddistingue e alla capacità di tagliare praticamente tutti i materiali. È un vero e proprio gioiello di tecnologia made in Intermac che permette di ridurre drasticamente i tempi di messa a punto del centraggio testa grazie a un sistema di controllo dedicato di questa operazione.

Il controllo dinamico della portata di abrasivo insieme all’ottimizzazione dei principali parametri di taglio garantiscono alla macchina di lavorare con la massima produttività attraverso un accurato controllo dei costi produttivi”.

L’opportunità di lavorare a 5 assi permette di realizzare anche tagli a 45° o tagli inclinati per la realizzazione di smussi o svasature. La testa di taglio a 5 assi è equipaggiata con asse C rotativo infinito, un brevetto Intermac che permette l’esecuzione di tagli inclinati su sagome complesse senza nessuna limitazione. Inoltre, Primus può essere configurata con due o più teste di taglio indipendenti per soddisfare le richieste di produttività dei clienti.

Get in Touch

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Related Articles

“Lamiera digitale”, ecco come monitorare nascita e sviluppo del prodotto

Sappiamo che anche la lamiera può essere dotata di sensori quando raggiunge la fase del prodotto finito. Sappiamo più in generale cosa succede alla...

La rettifica: la finitura che fa belli i metalli

La rettifica è un processo di lavorazione del metallo mediante le lavorazioni ottenute mediante l’abrasione e asportazione di materiale. E’ successivo alla sgrossatura che invece è una asportazione...

Gli investimenti nel settore manifatturiero

Supporto agli investimenti 2021: non solo credito d’imposta Nuove misura a sostegno delle imprese nel 2021: il credito d’imposta non sarà l’unicasoluzione Il 2021 si prospetta...

Latest Posts