La lavorazione della lamiera, in particolare nel momento della tranciatura, ha bisogno di un buon lubrificante per essere efficiente

La lavorazione della lamiera, soprattutto quando si parla di tranciatura, provoca attrito tra gli acciai che, senza una componente fluida come un lubrificante, rischia di essere effettuata senza la necessaria precisione.

Il lubrificante da utilizzare dipende dalla lavorazione

Il lubrificante dipende sempre dal tipo di lavorazione da effettuare e le differenze possono essere notevoli; nel caso di un’operazione di tranciatura dove non servono particolari forme o lavorazioni minuziose, basta usare un olio standard. Invece, quando si eseguono operazioni delicate come le imbutiture serve un olio specifico per il materiale utilizzato.

Quando si sceglie l’olio per la lamiera, è importante anche considerare un altro fattore che potrebbe sembrare irrilevante: la velocità di stampaggio. Più aumenta la velocità e maggiore è la temperatura che si raggiunge, la quale potrebbe arrivare a deformare la lamiera stessa. Anche in questo caso una buona lubrificazione incide sul risultato finale; infatti, l’olio giusto riesce a disperdere il calore, così da evitare dei danni al prodotto e alla macchina stessa.

Quanto incide il materiale sulla scelta dell’olio?

I materiali di cui si compone la lamiera sono molto diversi tra loro, pertanto i lubrificanti devono variare a seconda che si lavori il rame, oppure l’alluminio o l’acciaio. Inoltre, anche lo spessore della lamiera stessa cambia la componente lubrificante da utilizzare.

Rimani aggiornato con notizie e consigli utili grazie a WorkingLamiera, il portale web dedicato al mondo della lavorazione della lamiera e ai suoi settori applicativi!


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here