martedì 11 Maggio 2021

traduzione automatica

martedì 11 Maggio 2021

traduzione automatica

Gli effetti della politica americana sulla siderurgia

C’è ovviamente allarmismo per quello che le politiche di Trump potrebbero provocare, l’ottimismo che aleggia intorno alla siderurgia italiana potrebbe degenerare velocemente se i dazi su acciaio e alluminio genereranno l’effetto domino che molti economisti si aspettano.

Le 24 milioni di tonnellate registrate alla chiusura del 2017 e “confermate” dall’ottimo inizio del 2018, potrebbero rivelarsi non sufficienti a “reggere” la politica dei dazi proposti e firmati l’8 marzo dall’amministrazione americana.

Sembra scontato, ma non lo è, sottolineare che non esiste l’industria senza acciaio e l’industria italiana è la seconda in Europa, contando anche l’incredibile accelerata che gli incentivi 4.0 del decreto Calenda hanno portato a questo settore.

Per quanto riguarda le esportazioni, l’Europa ha esportato negli USA, nel 2017, 5 milioni di tonnellate, che provengono da tre paesi: Germania, Olanda e Italia.

La sola Italia ha prodotto 500mila tonnellate in meno di esportazioni, ciò significa almeno 600-700 milioni di dollari, con molte imprese colpite. Sicuramente 500mila tonnellate non costituiscono un volume gigantesco, ma si tratta comunque di un danno notevole che produrrebbe un grande riverbero nella siderurgia nostrana.

Get in Touch

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Related Articles

Latest Posts