Fermo macchina, quanto è difficile quantificare i costi?

Il fermo macchina è un costo rilevante per l’azienda. Non si tratta infatti solo di quantificare il mancato guadagno ma, piuttosto, di contare l’insieme di fattori e necessaria manutenzione, oltre che considerare il costo di una dettagliata analisi delle spese sostenute.

Immaginiamo lo scenario tipico di qualsiasi azienda che si occupa di siderurgia: altissima mole di lavoro, tempi di consegna stretti, massima qualità richiesta e pezzi complessi, tutti diversi. In questa situazione, l’operatore della pressa piegatrice sta lavorando velocemente al controllo numerico della macchina. Si sente però un rumore insolito, un movimento inusuale, seguito da un versamento liquido da un cilindro.

La pressa piegatrice è guasta. Da quel momento la conta dei danni è in continua crescita, e l’analisi stessa risulta essere un costo. Tuttavia, senza un conteggio preciso non è facile capire il reale impatto di questo fermo macchina, e quindi non si potrà capire cosa conviene realmente all’azienda.

Sebbene i danni indiretti di un fermo macchina siano difficilmente calcolabili, si può iniziare da una serie di domande abbastanza semplici:

  • Quanto costa l’addetto alla pressa piegatrice?

Essendo un addetto ad un macchinario specializzato, sicuramente si tratta di un operatore in grado di portare valore aggiunto. Questo implica uno stipendio più elevato. Sicuramente l’operatore potrà svolgere altre mansioni nel frattempo, ma il reparto funzionerà in ogni caso a rilento.

  • Quanto costano i ricambi? E la relativa assistenza?

Il costo in sé del pezzo di ricambio è immediatamente chiaro; quello che bisogna anche calcolare, è il tempo richiesto per avere a disposizione il pezzo: più i tempi sono lunghi, più il fermo macchina impatta sull’attività produttiva dell’impresa.

Anche l’assistenza ha un costo non indifferente, se non si stipula un contratto di assistenza diretta con il costruttore. Con macchinari meno recenti, serve quantificare il tempo che serve al tecnico.

Inoltre, vi sono diversi costi non immediatamente chiari, ma che impattano profondamente sul costo del fermo macchina e vanno analizzati ex post:

  • Quanto costa il ritardo nella consegna?

Il ritardo nella consegna è uno dei peggiori danni che si possono affrontare. Questo perché va direttamente ad impattare sul rapporto con il cliente.

Nel caso in cui il ritardo in consegna avesse una penale, il guadagno ne risentirebbe, anche completamente. Se invece si trattasse di un cliente nuovo, oppure di un rapporto non ancora consolidato, il danno potrebbe essere ancora maggiore: la perdita di fiducia. Ciò comporta, nel peggiore dei casi, la perdita del cliente.

  • Quanto impatta il fermo macchina sugli altri reparti?

Se una pressa non lavora, in qualche modo gli altri reparti devono sopperire alla mancanza. Ciò implica quindi straordinari per gli altri dipendenti, oltre che maggiore stress e tensione dati dal carico di lavoro; quindi, più alto margine di errore.

  • Quanto impatta l’esternalizzazione della lavorazione?

Se l’azienda internamente non riesce a portare a termine il lavoro, oppure non vuole rischiare ritardi, spesso ricorre ad officine esterne. Ciò, ovviamente, impatterà però sul ricavo totale della lavorazione e anche questo costo va imputato al fermo macchina.


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here