Immobilizzare i pazienti con fratture grazie al vuoto

Le applicazioni con il vuoto sono numerose. E il campo medico-sportivo non fa eccezione. Il vuoto può essere ad...

Fratture vuototecnica

Le applicazioni con il vuoto sono numerose. E il campo medico-sportivo non fa eccezione, soprattutto con le fratture.

Il vuoto si può utilizzare per immobilizzare i giocatori in campo, in tempo rapido (ma in generale ogni tipo di paziente), in caso di fratture critiche per le quali un movimento potrebbe significare dolori atroci; o nella peggiore delle ipotesi, persino una paralisi a vita.

Che si tratti di una spalla dislocata o di fratture del polso o danni alla spina dorsale, il vuoto può evacuare l’aria intorno alla zona lesa, per poi trasportare il paziente in ospedale, nella maniera più veloce e pratica possibile. Mentre gli altri soccorritori stanno ancora lottando per applicare le stecche tradizionali, con l’uso del vuoto, in pochi secondi il paziente è immobilizzato e si riducono anche le probabilità di danni a nervi, tessuti e vasi. Pertanto, ci si adatta al paziente, invece di manipolare il paziente per adattarlo alla stecca.

In tanti sport, soprattutto quelli violenti, come il football americano è una soluzione che è già stata adottata con successo.

E molti altri sono gli utilizzi del vuoto in campo medico ed estetico. Se volete saperne di più, contattate i progettisti Vuototecnica su www.vuototecnica.net