Ristoranti robotici e vending machines cuoci-pizza: le nuove sfide del settore alimentare

L’industria alimentare e quella della ristorazione in questi anni hanno integrato sempre più soluzioni tecnologiche nelle loro attività quotidiane. Avrete...

vuoto in alimentare

L’industria alimentare e quella della ristorazione in questi anni hanno integrato sempre più soluzioni tecnologiche nelle loro attività quotidiane.

Avrete certamente letto dell’utilizzo dei droni nelle consegne e avrete già visto o addirittura utilizzato applicazioni per la prenotazione e il check-out.

In certi casi, però, siamo ben oltre le idee più bizzarre della fantascienza. Esiste un ristorante, a Shangai, completamente affidato alla gestione di robot. Si tratta di una combinazione di nastri trasportatori, bracci robotici e carrelli automatici. Non ci sono camerieri umani, e un sistema software guida i robot utilizzando codici QR inviati dal cliente.

Poco tempo fa ha fatto invece notizia una vending machine che cucinava pizza istantanea impastandola al momento con ingredienti freschi e cuocendola, a qualsiasi ora del giorno e della notte. Esistono persino distributori automatici che cucinano torte, semplicemente inserendo delle monete.

Per la manipolazione di prodotti alimentari si necessita dunque di mani di presa che siano sempre più adatte alle velocità dei nuovi robot e alle esigenze del mercato. Ventose resistenti e flessibili, adatte a molte applicazioni.

Le ventose Bernoulli di Vuototecnica sono l’ideale per la movimentazione e la presa di prodotti porosi e irregolari nel settore alimentare: biscotti, cracker, basi per pizza o piadine, semilavorati e molto altro.

Le Bernoulli consentono il prelievo e sollevamento, senza alcun contatto e a una velocità incredibile. Sono realizzate in alluminio anodizzato, con il dischetto centrale di contrasto in acciaio inox; in generale, si rivelano utili quando si ha a che fare con materiali molto delicati o fragili. Per saperne di più: www.vuototecnica.net