venerdì 23 Luglio 2021

traduzione automatica

venerdì 23 Luglio 2021

traduzione automatica

Edilizia: rallentamenti causati dai rincari, l’acciaio segna il record

Il rincaro e la carenza dei materiali da costruzione mettono in ginocchio i cantieri e le imprese di appalti.
L’aumento vertiginoso dei prezzi colpisce metalli, materie plastiche, calcestruzzo e bitumi e non dà l’impressione di rallentare dalla fine del 2020 a oggi. 

Variazione dei prezzi per i materiali edili

Tra novembre 2020 e febbraio 2021 si rilevano infatti incrementi dei prezzi per i principali materiali per l’edilizia: i polietileni hanno segnato variazioni superiori al 40%. Seguono il petrolio e i suoi derivati con il 34% e il rame con il 17%

Gli aumenti registrati nel medesimo periodo coinvolgono anche il bitume (15%). Tra dicembre e gennaio si evidenzia invece un incremento per il cemento di circa il 10%.

Incremento da capogiro per l’acciaio: +117%

La variazione più preoccupante è data da acciaio e ferro, impiegati come tondi per cemento armato, per cui si segnala un incremento monstre del 117%, da novembre 2020 ad aprile 2021.

L’Ocse attribuisce questa impennata all’inaspettata e ingente domanda del settore cinese delle costruzioni. La Cina rappresenta infatti il principale attore della filiera dell’acciaio, con oltre il 50% della produzione e del consumo mondiale di tale lega.

A questa situazione vanno sommati gli effetti della pandemia. Alle frequenti chiusure che hanno falcidiato la domanda, ha fatto seguito un notevole incremento delle richieste, dettato dalle riaperture. E gli effetti hanno pesato soprattutto sull’Europa, con rincari in Francia, Germania e Regno Unito.

Lotta tra Ance e Cresme per il Superbonus

Ed è lotta di opinioni tra Ance e Cresme riguardo all’influenza del Superbonus.
Per l’Associazione sono le turbolenze internazionali a determinare i rincari, che non riguardano infatti solo l’edilizia, ma anche altri settori come l’automotive, e non colpiscono solo la realtà nazionale.
Diametralmente opposta la considerazione del Centro di Ricerche che imputa al Superbonus un aumento della domanda interna che supera l’offerta, generando una tensione nei prezzi. 

Tra qualche mese sarà forse più semplice emettere un verdetto.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Potrebbero interessarti anche:

Rimani sempre aggiornato sulle ultime news del mondo della lamiera, le sue lavorazioni e mercato. Segui Working Lamiera su Facebook!

Contatta l'autore per ulteriori informazioni










     Leggi la nostra Privacy and Cookies Policy e accetta le condizioni di utilizzo e trattamento dei tuoi dati. Tratteremo sempre le informazioni da te inserite con rispetto.



    Articoli Correlati

    Latest Posts